Conservazione del patrimonio dell’antichità e formazione: i cantieri-scuola di restauro archeologico

I cantieri scuola sono promossi e coordinati dall’Istituto Beni Culturali della regione Emilia Romagna, con il coinvolgimento degli allievi e specializzandi di archeologia delle Università italiane.

Sono progetti speciali che offrono esiti soddisfacenti sia sotto il profilo della qualità dell’intervento conservativo, sia sotto quello della formazione dei futuri operatori nel campo della salvaguardia, tutela e conservazione del patrimonio archeologico.

Come nel caso del progetto speciale Vetus Litus per il recupero dei reperti ceramici rinvenuti alla darsena di Cattolica: un eccezionalità del ritrovamento sia per rilevanza storica che per straordinaria quantità di frammenti di ceramica rinvenuti in un butto eccezionalmente integro e completo. Si trattava in particolare di anfore vinarie di tipo greco-italico da trasporto, di doli e di altre tipologie di ceramica comune da dispensa e da arredo.

Il ritrovamento di una moneta in bronzo della serie coniata di Ariminum costituisce un termine ante quem per la datazione delle ceramiche recuperate: la metà del III sec. a.C., il momento cioè della romanizzazione della regione, e tre sono i riferimenti cronologici essenziali di cui tener conto: il 295 a.C. con la battaglia di Sentino e la sconfitta della coalizione antiromana; il 268 a.C. con la fondazione di Rimini; il 220 a.C. con la costruzione della via Flaminia.

Il cantieri-scuola triennale ha visto la partecipazione di oltre 50 studenti ed è stato caratterizzato da specifiche fasi operative dall’identificazione dei pezzi alla esposizione degli oggetti ricomposti al Museo della Regina di Cattolica. In particolare le operazioni hanno previsto: lavaggio, cernita, ricomposizione dei frammenti e indagini di tipo statistico e archeometrico, restauro vero e proprio di tutti gli oggetti prima parzialmente ricomposti, catalogazione, schedatura conservativa e il progetto di musealizzazione, l’esposizione permanente dei reperti restaurati. Ed una pubblicazione Vetus Litus che racconta e documenta l’intera esperienza.

Antonella Salvi

Responsabile settore conservazione e Restauro
Istituto Beni Culturali Regione Emilia-Romagna, Italy

 

anfore
Vetus litus – progetto cantiere scuola, identificazione dei reperti ceramici

 

sgrossaggio
Vetus litus – fissaggi dei reperti ceramici

fissaggio
Vetus litus – fissaggio dei reperti ceramici